Fotolia_52101170_XLjpgConsulenza Psicologica e percorsi psicoterapeutici per l'individuo, la coppia, la famiglia. 

Psicoterapia ad orientamento sistemico relazionale

Le famiglie sono costituite da coloro che hanno un passato ed un futuro in comune; racchiudono l’intero sistema emozionale di almeno tre generazioni (plurigenerazionale), legate da vincoli di sangue, legali e storici.

La famiglia è un sistema aperto che funziona in relazione al contesto socio-culturale di appartenenza. Si evolve durante il ciclo di vita ed è suddivisa in sottosistemi: sottosistema coniugale (della coppia), sottosistema genitoriale,  sottosistema figli, fratelli, ecc.        

Normalità come salute
Definizione di famiglia: la famiglia normale è quella famiglia che non presenta sintomi psicologici o psichiatrici.
• È una prospettiva basata sul modello medico
• Limiti:
1. concezione riduttiva;
2. la famiglia sana è qualcosa di più di una famiglia in cui sono assenti sintomi;
3. nessuna famiglia è libera da problemi;
4. il buon funzionamento della famiglia si riconosce molto nei momenti problematici.

Normalità come media statistica
Definizione di famiglia: la famiglia normale è quella che corrisponde al modello comune e prevedibile delle famiglie ordinarie.

Normalità come “ideale”
Definizione di famiglia: la famiglia normale è quella famiglia che ha un funzionamento ottimale o ha caratteristiche ideali.
• Confusione del termine “normale” con “ideale”
• Grande influenza degli ideali culturali su questa prospettiva.

Normalità come processo
Definizione di famiglia: la famiglia normale è quella famiglia che ha un buon funzionamento nei processi evolutivi.

Aspetto evolutivo
• Le relazioni familiari devono essere evolutive, ovvero permettere lo sviluppo della famiglia e dei suoi membri.
• Lo sviluppo passa attraverso dei momenti:
1. equilibrio;
2. evento critico;
3. crisi;
4. disorganizzazione;
5. riorganizzazione;
6. nuovo equilibrio.

EVENTI CRITICI
Il ciclo di vita della famiglia è un percorso ritmato, suddiviso in fasi:
• Eventi critici: sono gli eventi significativi che caratterizzano ogni fase del ciclo vitale. Es.: entrate (nascite); uscite (dei figli da casa); perdite (morte).
• Gli eventi critici modificano la struttura e l’evoluzione della famiglia ed i ruoli (nonni, genitori, ecc.)
• Gli eventi critici sono normativi (prevedibili) o paranormativi (non prevedibili):

Normativi:
  • prevedibili e scelti (es.: nascita, uscita dei figli); 
  • prevedibili non scelti (es.: morte).

Paranormativi:
  • non prevedibili e scelti (separazione); 
  • non prevedibili non scelti (eventi traumatici, malattie croniche).
Gli eventi critici sono potenziali induttori di crisi.
Importante:
- significato che la famiglia dà all’evento;
- modalità con cui la famiglia affronta l’evento.

COSTITUZIONE DELLA COPPIA CONIUGALE
Evento critico: matrimonio.
E’ il primo evento critico che impegna la coppia. I partner diventano coniugi.

RELAZIONE CONIUGALE
Formazione della coppia: due fasi
1- Innamoramento
• Si basa sulla presunzione di somiglianza, sul rispecchiamento e riconoscimento di sé nell’altro
• Illusione: la capacità di illudersi è fondamentale per l’innamoramento
• Fusionalità: corporea ed emotiva
• Scambio di parti di sé
2- Amore
Per passare a questa fase è necessaria la disillusione che permette di
• Riprendere aspetti di sé proiettati
• “vedere l’altro per quello che è”

COPPIA
• Coppia: insieme di due individui separati e diversi caratterizzati da condivisioni comuni
• Separazione: processo difficile che avviene per crisi
• La coppia è solo apparentemente diadica: è anche l’incontro di due famiglie d’origine (delle rappresentazioni interne di cui ognuno è portatore)
• Per il buon funzionamento della coppia è necessario:
- definizione di sé rispetto all’altro e alla propria famiglia d’origine
- costruzione dell’identità di coppia
- progettualità (es.: progetto generativo)
- dimensione etica (impegno reciproco)
- negoziazione

RELAZIONE FILIALE
Trovare un buon equilibrio tra la famiglia d’origine e la propria coppia, tra l’essere figli e l’essere coniugi.

FAMIGLIA CON BAMBINI
Evento critico: nascita del figlio.

RELAZIONE CONIUGALE
• Accomodare la relazione di coppia: i coniugi sono ora anche genitori.
• Passaggio dalla diade alla triade: creazione di uno spazio fisico e mentale

RELAZIONE GENITORIALE
• “salire” di una generazione: prendersi cura della generazione successiva
• costruzione della coppia genitoriale e dell’alleanza genitoriale

RELAZIONE FILIALE
• Ristrutturare la relazione con la famiglia d’origine

LA FAMIGLIA CON ADOLESCENTI
Evento critico: adolescenza dei figli

RELAZIONE CONIUGALE
• Riorganizzare la relazione di coppia
• Reinvestire nella relazione di coppia

RELAZIONE GENITORIALE
• Rinegoziare la relazione genitori-figli per consentire la reciproca separazione
• Atteggiamento di “protezione flessibile” (dipendenza e autonomia)
• Favorire strategie personali di inserimento sociale del figlio
• Tolleranza del disordine, dell’ambivalenza

RELAZIONE FILIALE
• Mantenere vivo il contatto con la famiglia d’origine
• Accettare il processo di invecchiamento della generazione dei propri genitori

LA FAMIGLIA NELL’ETA’ DI MEZZO
Definita anche:
la famiglia trampolino di lancio
la famiglia lunga del giovane adulto
Eventi critici:
• transizione allo status adulto del figlio
• uscita da casa

RELAZIONE CONIUGALE
• Reinvestire nella relazione di coppia
• Prepararsi all’uscita dei figli da casa

RELAZIONE GENITORIALE
• Favorire il raggiungimento della piena responsabilità adulta da parte dei figli
• Progredire verso una maggiore differenziazione

RELAZIONE FILIALE
• Sostegno e cura della generazione anziana
• Far fronte alla malattia e alla morte dei propri genitori

LA FAMIGLIA NELL’ETA’ ANZIANA
Eventi critici:
• nido vuoto
• pensionamento
• diventare nonni
• malattia morte

RELAZIONE CONIUGALE
• Impegno in una maggiore intimità, compagnia reciproca, tempo della coppia, solidarietà
• Far fronte alla malattia
• Accettare la morte del coniuge, prepararsi alla propria

RELAZIONE GENITORIALE
• Rinegoziare il rapporto con i figli in base al comune status di adulti e genitori
• Accogliere nuore e generi
• Fare spazio alla generazione dei figli; mantenere un atteggiamento di “intimità a distanza”
• farsi accudire dai figli
Aspetti emozionali:
• rilassamento, reinvestimento, riposo, poter scegliere (essendo più liberi da impegni)
• solitudine, depressione, paura

BIBLIOGRAFIA
Malagoli Togliatti M., (1994), “il ciclo vitale”, in Malagoli Togliatti M., Telfener U., (a cura di), Dall’individuo al sistema. Manuale di psicoterapia relazionale”, Bollati Boringhieri, pp. 109-117.

Goethepng



prova1smallpng personapng

coppiasmalljpg coppiapng

albero2png storiapng

geno1jpg genogrammapng

docpng

homepng