Anatomia Femminile

Esternamente sono visibili solo le grandi labbra, ricche di adipe e coperte, come il Monte di Venere, di peli pubici (a triangolo rovesciato, mentre nel maschio a rombo con vertice all'ombelico).

Le PICCOLE LABBRA sono due pliche di pelle che circondano l'orifizio vaginale; indietro si uniscono nella forcella, in avanti si suddividono in due pieghe: le esterne formano un cappuccio al clitoride (prepuzio), le interne formano il frenulo del clitoride.

Nella multipara le piccole labbra possono essere visibili anche senza eccitazione tra le grandi labbra, per varicosità dei vasi sanguigni.

VESTIBOLO: è l'area umida tra il clitoride, le piccole labbra e la forcella.

CLITORIDE: si vede solo una parte detta GLANDE, riccamente innervato (stimolazione erotica); è formato da 2 CORPI CAVERNOSI che si continuano in profondità a rivestire l'osso pubico (fornendo un'imbottitura durante il coito nonchè stimolazione erotica) e da un CORPO SPONGIOSO che origina dalla fusione davanti all'orifizio uretrale di due colonne di tessuto erettile, dette bulbi del vestibolo, che giacciono entro le grandi labbra.

IMENE: sottile membrana che occlude l'apertura vaginale nella vergine. Esternamente all'attacco dell'imene sboccano i dotti delle ghiandole del Bartolini che producono muco lubrificante in fase d'eccitazione sessuale.

VAGINA: tubo collassato con sezione a H, lungo 10 cm. Il 3° inferiore è sostenuto e rivestito da muscoli del pavimento pelvico: l'elevatore dell'ano lo circonda ad U postero-lateralmente e se va in spasmo può occludere la vagina oppure se ha poco tono si ha poco piacere.

UTERO: a forma di pera, con una spessa parete muscolare; la parte inferiore (collo uterino o cervice) è ristretta e sporge nella vagina; in alto riceve due condotti detti tube che, con l'altra estremità, ricevono l'ovulo prodotto dall'ovaio.